Cura del legno

34 anni di esperienza.

Come possiamo prenderci cura del legno dei nostri mobili per mantenerlo fresco e bello?

Una proprietà importante degli elementi in legno è la loro suscettibilità alle condizioni atmosferiche, come la luce solare, il vento e l'umidità. È impossibile proteggere il legno al 100%, in modo che non subisca il naturale processo di invecchiamento in modo permanente e per molti anni a venire. Per mantenere l'aspetto fresco delle tavole per un periodo di tempo più lungo, le proteggiamo durante la produzione con la verniciatura o l'oliatura. Vale la pena di aggiungere che il legno della nostra offerta è suddiviso in:

  • Legno di conifera europeo - morbido - lo proteggiamo con vernici di vari colori (vedi "tavolozza dei colori del legno" a sinistra ).
  • legno esotico - duro - lo proteggiamo con l'impregnazione e poi con l'oliatura.

Legno di conifera europeo - morbido



Il legno di conifera verniciato mantiene più a lungo il suo aspetto originale, a differenza del legno esotico protetto dall'oliatura. Questo perché la vernice è un rivestimento durevole e l'olio viene lavato via e si impregna nella struttura del legno. Tuttavia, a causa della struttura del legno di conifera, quando è usurato (vernice scheggiata, danni meccanici) non viene effettuata alcuna manutenzione, tutte le tavole usurate devono essere sostituite. Il processo di manutenzione è diverso con i legni esotici....

Legno esotico - legno duro

Sebbene il legno esotico sbiadisca più rapidamente di quello verniciato, ha una consistenza che consente di mantenerlo e riportarlo alla sua freschezza originale. Il legno esotico ha una tendenza naturale a "bere" l'olio, che può anche essere lavato via dalla pioggia. Questo espone il rivestimento esterno a bruciature, cioè all'essiccazione causata dal sole. A tal fine, è importante ricordare di prendersi cura del legno, oliandolo regolarmente. A causa del diverso grado di cura del legno, offriamo due soluzioni:

  • Per il legno che ha ancora un aspetto fresco, sei mesi dopo l'acquisto, pulite le tavole (acqua con detersivo per piatti) - in modo che l'olio non si mescoli con lo sporco - e poi oliate le superfici visibili. Questo processo deve essere ripetuto ogni 6 mesi. Questo è sufficiente per mantenere a lungo l'aspetto del legno con colori intensi.
  • Il secondo caso è quando le tavole sono già diventate grigie e sbiadite. Qui il lavoro inizia con la carteggiatura della superficie con carta vetrata (prima con grana più grossa, ad esempio 180; poi con grana più fine, ad esempio 240 /300) fino a rimuovere la patina grigia; l'ideale sarebbe carteggiare le superfici visibili, cioè quelle superiori/laterali, per non svitare le tavole; riavvitare le tavole richiede pratica e tempo; poi una mano di impregnante seguita da una mano di olio.

Di seguito, le tavole della stessa serie sono mostrate dopo la manutenzione (levigatura e oliatura) e prima della manutenzione.

  • Ogni tavola all'inizio aveva l'aspetto di quella nella foto con il numero 1. Le tavole non sono state sottoposte a manutenzione e sono state esposte all'ambiente esterno per molto tempo (un periodo di circa 2 anni).
  • Il numero 2 mostra una tavola dopo che la superficie è stata levigata e le crepe sono state riempite (misura opzionale).
  • La tavola 3 mostra una tavola che è stata levigata, impregnata e oliata. Si noti la differenza tra le tavole 1 e 3. Si tratta della stessa tavola, prima e dopo la conservazione. Sembra nuovo. Le immagini mostrano un importante vantaggio del materiale legno duro - legno esotico. Può essere facilmente ripristinato in condizioni nuove e fresche.
Contatto